Il massimo della felicita per il massimo della populazione: obiettivo possibile e desiderabile? È davvero possibile misurare la felicità umana in modo comparabile? Ed è davvero questo lo scopo dell'azione politica? Il tema ha suscitato un vasto dibattito che ha come epicentro il World Database of Happiness ('Archivio mondiale della felicità'), totalmente accessibile dal web e gestito dal sociologo Ruut Veenhoven della Erasmus University di Rotterdam. In un recente articolo (settembre 2009) per il «Journal of Happiness Studies» dal titolo Greater Happiness for a Greater Number: Is That Possible and Desirable?, Veenhoven confuta le tesi degli scettici sulla validità della felicità come obiettivo dell'azione pubblica. Per gentile concessione dell'Autore pubblichiamo il testo integrale dell'articolo.

Sociale verandering, sociale processen en sociale conflicten, Sociologie, Sociology
Banda Larga srl, Roma
978-88-7394-153-8
hdl.handle.net/1765/22218
Manuscript version, included in the book as pp 219-271
Department of Sociology

Veenhoven, R. (2010). Il massimo della felicita per il massimo della populazione: obiettivo possibile e desiderabile?. Banda Larga srl, Roma. Retrieved from http://hdl.handle.net/1765/22218